IL VIAGGIO DI NOZZE

di e diretto da Nadia Buizza


"Dis-moi le secret de tes caresses
La raison de ma faiblesse
De mon émoi... "

IL VIAGGIO DI NOZZE

Vous n'avez rien à déclarer?

da Maurice Hennequin e Pierre Veber
regia e drammaturgia Nadia Buizza

con
Adolfo Micheletti Orazio 
Marcella Romei Prudenza 
Stefano Micheletti Conte von Schraffen 
Valter Schiavone Armand Tapin 
Marianna Chiaramonte Cecilia 

scene e costumi Nadia Buizza
luci e suono Stefano Bonetti
assistente alla regia Francesca Danzini
elementi scenici Alessandro Bondi
realizzazione costumi Alessandra Bini
foto di scena Francesca Danzini

produzione Compagnia teatrale I GUITTI

Figlia della più schietta comicità “Belle époque”, Il viaggio di nozze è una brillante pièce d’intreccio, fatta di agnizioni e di grottesco, agita in un clima festoso e vivacissimo. Nadia Buizza riscrive una felice pochade boulevardière, per ritrovarne e approfondirne, con gusto e malizia, la sconcertante leggerezza e la “folle” comicità, densa di rimandi. La trama è presto detta: una giovane ragazza da marito, Cecilia, è spinta dal padre ad accettare la corte di uno dei suoi due spasimanti (il ricercatissimo conte von Schraffen), e a sposarlo, perché, se non sarà in attesa di un erede entro l’anno, non potrà entrare in possesso dell’eredità che la nonna paterna ha destinato a lei. Ma il secondo spasimante, Armand, non si dà per vinto, non si rassegna ad essere stato abbandonato, e attende con ansia l’arrivo della coppia di sposi dal lungo viaggio di nozze, per capire quanto Cecilia sia davvero innamorata del marito; ma ad aspettare la figlia con inquietudine c’è anche il padre, il signor Orazio, che spera ardentemente in una sua maternità. Le notizie però non sono buone: Cecilia non è in dolce attesa. Sarà Armand ad escogitare ogni possibile ed esilarante stratagemma perché questo non avvenga e perché Cecilia si innamori di lui.


Gallery